Alternanza Scuola Lavoro

Cos’è l’alternanza scuola lavoro? L’alternanza scuola lavoro è un progetto che nasce per dare agli studenti delle scuole superiori la possibilità di avvicinarsi al mondo del lavoro anche durante la loro formazione scolastica.

Durante gli studi della scuola superiore, gli studenti hanno la possibilità di partecipare a progetti in ambito “lavorativo” in cui hanno l’opportunità di apprendere ulteriori competenze utili al miglior inserimento nel mercato del lavoro.

Tutto quello che devi sapere sull'alternanza
scuola lavoro, anche all'estero!

Alternanza Scuola Lavoro: Normativa, Legge e Linee Guida

La normativa sull’alternanza scuola lavoro trova le fondamenta nella legge numero 107 del 13/7/2015 denominata anche riforma “La Buona Scuola”, grazie alla quale viene introdotto al livello universale un metodo didattico e di apprendimento in linea con le esigenze del mondo esterno.

La normativa e le linee guida alternanza scuola lavoro infatti prevedono che imprese, aziende, associazioni sportive e di volontariato, enti culturali, istituzioni e ordini professionali possano diventare partner educativi della scuola per sviluppare in sinergia esperienze coerenti alle attitudini e alle passioni di ogni studente.

La normativa e le linee guida alternanza scuola lavoro sono visionabili integralmente nella Guida Operativa Alternanza Scuola Lavoro del MIUR.

Quante Ore si Devono Svolgere nell’Alternanza Scuola Lavoro?

L’alternanza scuola lavoro prevede un monte ore a seconda delle varie istituzioni scolastiche, nel dettaglio: 400 ore negli istituti tecnici e professionali e 200 ore nei licei.

In particolare, nel comma 33 della legge 107 si evince che:
“Al fine di incrementare le opportunità di lavoro e le capacità di orientamento degli studenti, i percorsi di alternanza scuola-lavoro di cui al decreto legislativo 15 aprile 2005, n. 77, sono attuati, negli istituti tecnici e professionali, per una durata complessiva, nel secondo biennio e nell’ultimo anno del percorso di studi, di almeno 400 ore e, nei licei, per una durata complessiva di almeno 200 ore nel triennio. Le disposizioni del primo periodo si applicano a partire dalle classi terze attivate nell’anno scolastico successivo a quello in corso alla data di entrata in vigore della presente legge. I percorsi di alternanza sono inseriti nei piani triennali dell’offerta formativa.”

Di fatto, quindi, dall’anno scolastico 2015/2016, l’alternanza è obbligatoria per gli studenti del terzo anno e le 400/200 ore rappresentano un obiettivo del triennio.

Dall’anno scolastico 2016/2017 l’alternanza è obbligatoria per gli studenti del terzo e del quarto anno.

Il progetto entra a pieno regime a partire dall’anno scolastico 2017/2018 coinvolgendo tutti gli studenti dell’ultimo triennio.

Alternanza Scuola Lavoro: Licei

Con l’inserimento nel percorso di alternanza scuola lavoro, anche ai licei viene estesa l’opportunità di garantire ai propri studenti un‘esperienza educativa completa finalizzata ad offrire agli studenti nuove occasioni formative anche al di fuori della scuola stessa. Anche gli studenti del Liceo Classico, Scientifico, Linguistico e ogni altro liceo hanno così l’opportunità di interfacciarsi con esperienze pratiche in ambiti lavorativi e professionali, utili ad incrementare il proprio bagaglio formativo.

Alternanza Scuola Lavoro All’Estero

È possibile svolgere l’alternanza scuola lavoro all’estero durante un programma formativo strutturato.

Il monte ore può essere in parte o interamente cumulato durante programmi come l’Anno Scolastico all’Estero in quanto, la mobilità internazionale si colloca all’interno di un percorso educativo che mira allo sviluppo delle conoscenza linguistiche, delle competenze trasversali, del senso di cittadinanza europea e mondiale, dell’apertura culturale/interculturale, di rafforzamento della personalità grazie alla gestione di situazioni nuove che richiedono flessibilità, responsabilità e attitudine al problem solving.

Di seguito trovi le risposte alle domande più comuni sull’alternanza scuola lavoro durante un periodo scolastico all’estero, se hai necessitò di altre informazioni non esitare a contattarci!

I Periodi di Apprendimento all’Estero Possono Essere Compresi nelle Esperienze di Alternanza Scuola Lavoro?

A questa domanda risponde, sul sito dedicato all’Alternanza Scuola Lavoro, direttamente il MIUR che riporta:

“Tenuto conto dell’indubbio valore formativo che un periodo di formazione all’estero rappresenta per uno studente della scuola secondaria di 2° grado sotto il profilo personale, culturale e professionale, è opportuno che la scuola frequentata dal giovane in Italia personalizzi il progetto di alternanza scuola lavoro valorizzando all’interno del relativo percorso triennale di alternanza scuola lavoro le esperienze e le competenze maturate all’estero, evitando di applicare nel loro progetto di alternanza un modello standardizzato, concepito per percorsi di alternanza inseriti nel calendario scolastico e ritagliato sulle esigenze di studenti che frequentano regolarmente le lezioni all’interno dell’istituto di appartenenza.

Le modalità con cui inserire l’esperienza realizzata all’estero nel progetto di alternanza possono essere varie ed è opportuno affidare all’autonomia della singola istituzione scolastica la scelta degli strumenti progettuali ed organizzativi più efficaci per dare visibilità alle competenze acquisite dall’allievo anche rispetto alla loro spendibilità nel mondo del lavoro e delle professioni, utilizzando le più opportune forme di flessibilità didattica e organizzativa per personalizzare il progetto triennale di alternanza.”

Si evince, quindi, che è compito delle singole scuole individuare il miglior modo per riconoscere l’esperienza di studio all’estero come Alternanza Scuola Lavoro.

YouAbroad è disponibile a strutturare percorsi ad hoc per ogni singolo studente, secondo le esigenze della scuola italiana.

Come Posso Svolgere l’Alternanza Scuola Lavoro Durante l’Anno all’Estero?

Per gestire al meglio il tuo progetto di alternanza scuola lavoro estero, una volta giunto nel paese straniero, potrai stabilire e pianificare insieme al tutor locale delle attività extrascolastiche da fare durante la tua permanenza all’estero.

Inoltre dovrai riportare i dettagli delle attività svolte sul diario di bordo che sarà fornito da YouAbroad.

Quali Attività Potrò Svolgere all’Estero Per il Progetto Alternanza Scuola Lavoro? 

Durante il progetto di alternanza scuola lavoro all’estero, generalmente possono essere svolte attività di volontariato, piuttosto che di assistenza ai professori durante gli insegnamenti.

Ad esempio, tra i nostri studenti attualmente all’estero Giulia M., negli USA sta facendo volontariato presso la biblioteca pubblica locale; invece Greta P., in Nuova Zelanda è volontaria presso un negozio per animali; Asia I., in Canada, invece assiste il suo insegnante durante le lezioni.

Quante Ore Potrò Svolgere all’Estero?

Il quantitativo di ore può variare a seconda delle esigenze tue e della scuola italiana in quanto quest’ultima può esprimere specifiche richieste in merito. A seconda dei casi, potrai informare il tuo tutor locale così da poter organizzare un calendario attività su misura per te.

Come Può Aiutarmi YouAbroad Affinché le Ore Vengano Riconosciute?

Affinché le tue ore svolte all’estero per il progetto di alternanza scuola-lavoro vengano riconosciute in Italia, è necessario attivare un accordo con l’istituto scolastico a cui sei iscritto e pertanto YouAbroad si occupa di contattare la scuola italiana per stipulare una convenzione con quest’ultima.

Cosa Succede una Volta Stipulata la Convenzione Scuola Lavoro all’Estero?

La scuola italiana sarà aggiornata periodicamente in merito alle attività stabilite in precedenza che stai svolgendo nel paese straniero in merito al progetto di alternanza scuola lavoro.

Cosa Succede una Volta che Sarò Rientrato in Italia?

Una volta terminata l’esperienza all’estero, la scuola italiana riceverà l’attestazione che certifica la conclusione del percorso formativo all’estero e il monte ore cumulato rilasciata da YouAbroad.