Matilde D. – Anno in California, USA

Anno in USA YouChoose

Anno in USA YouChoose

Perché partire per un’esperienza all’estero

Ho deciso di partire per un anno all’estero per mettermi alla prova. Il mio obiettivo iniziale era quello di maturare e diventare più indipendente lontano da casa. Inoltre, fin da piccolissima, sognavo di frequentare una High School americana, di avere il mio armadietto, di andare a vedere le partite di football, di partecipare al prom e alla graduation proprio come nelle serie tv.

Ho scelto il programma YouChoose in quanto è sempre stato il mio sogno visitare la California. Con questa tipologia di programma inoltre, ho potuto scegliere una scuola dove poter studiare francese ad un buon livello e giocare a pallavolo.

Ho scelto la California perché è sempre stato il mio sogno poter vivere a Los Angeles e perché volevo vivere in una realtà completamente diversa rispetto a quella a cui sono abituata. La consiglio come destinazione in quanto è una scoperta continua e non ci si stanca mai. Ogni weekend è possibile visitare nuovi posti, dalle spiagge più famose come Malibù, Santa Monica e Venice Beach ai parchi e alle colline meno conosciute.

L’esperienza di Matilde in USA, la scuola e la Famiglia Ospitante

Anno all'estero in USA YouChoosePrima di partire mi basavo molto sull’aiuto dei miei genitori. Durante la mia esperienza in California ho fatto cose che non avevo mai fatto prima. Sicuramente con questa esperienza mi sono dovuta rimboccare le maniche e sono maturata molto. Inoltre, durante questi mesi ho messo da parte la mia timidezza iniziale per potermi godere al meglio l’esperienza.

Quest’esperienza mi ha cambiato molto. In America ho frequentato classi nuove come per esempio economia e informatica. Inizialmente ero un po’ scettica, ma alla fine si sono rivelate le mie preferite e hanno anche influito sulla mia scelta universitaria. Inoltre, grazie a questa esperienza, potrò frequentare una facoltà interamente in inglese. 

Il momento più emozionante del mio soggiorno in America è stata la graduation. Non solo perché ho ricevuto il diploma americano e lanciato il cappello come si vede nei film, ma perché ha segnato la fine della mia esperienza. Il giorno della graduation è stato allo stesso tempo il più bello e il più brutto dell’intero anno. Da un lato, era il giorno che aspettavo da quando ero bambina, dall’altro, è stato il giorno in cui ho visto per l’ultima volta le ragazze e i ragazzi conosciuti in America.

L’aspetto che mi è piaciuto di più della scuola americana è stata la possibilità di poter scegliere le classi che volevo frequentare e anche il livello di difficoltà. Inoltre, ho avuto la possibilità di giocare nella squadra di pallavolo della scuola. Le ragazze in squadra con me sono state di grande aiuto, infatti, le mie prime amicizie in America sono nate proprio durante gli allenamenti.

A metà anno per mia decisione ho deciso di cambiare Host Family. Inizialmente vivevo in una famiglia composta da madre, padre, due figlie e una ragazza dal Brasile. Mentre nella seconda vivevo con una professoressa di un college della città, sua mamma e una ragazza tedesca. Entrambe le famiglie non erano di origine americana. Di conseguenza, durante la mia esperienza, sono entrata in contatto con nuove usanze e nuove culture oltre a quelle americane. La mia esperienza con le famiglie ospitanti è stata abbastanza challenging data la grande differenza con la mia famiglia d’origine.

L’esperienza da Exchange Student con YouAbroad

Anno all'estero in USA YouChooseCon YouAbroad mi sono trovata molto bene. Prima e durante la mia esperienza ho sempre ricevuto un grande supporto da parte del team. Ciò che mi ha portato a scegliere YouAbroad è stata la preparazione del team e l’infinità di possibili destinazioni. Inoltre, rispetto alle altre organizzazioni il sito online è ben organizzato e molto chiaro.

Il consiglio che mi sento di dare ai futuri YouAbroaders è di lasciare a casa tutte le paure, incertezze e timori e di godersi a pieno la propria esperienza.