Valeria B. – Anno a Froson, Svezia

Anno estero Svezia exchange student

Anno estero Svezia exchange student

Perché partire per un’esperienza all’estero

Mi è sempre piaciuto viaggiare e scoprire posti nuovi. Ho sempre voluto vivere e studiare all’estero, quindi l’High School Program era l’esperienza perfetta per me.

Sinceramente non so perché ho scelto la Svezia, diciamo che mi hanno sempre affascinata i paesi nordici per i loro magnifici paesaggi e in generale per la loro cultura. Volevo anche mettermi “più” alla prova provando ad andare in un Paese dove la lingua mi era totalmente sconosciuta e vedere come me la cavavo. Facendo delle ricerche ho poi scoperto che la scuola svedese è una delle più rinomate in Europa e questo mi ha spinta a sceglierla come destinazione finale per il mio anno.

Consiglierei la Svezia perché qui si può vivere un’esperienza diversa dal solito e unica nel suo genere; da questo posto mi sono portata a casa paesaggi bellissimi che non dimenticherò mai, persone fantastiche, vere, una famiglia che mi ha fatta sentire a casa sin dal primo giorno, una nuova lingua imparata da zero in soli 10 mesi, ma soprattutto una sicurezza in me stessa che prima non avevo e la consapevolezza che se mi ci metto d’impegno nelle cose, come in questo caso imparare lo svedese, posso farcela.

L’esperienza di Valeria in Svezia, la scuola e la Famiglia Ospitante

Exchange student SveziaPrima di partire non ero per niente sicura di me e delle mie capacità, adesso invece sento di essere forte e credo di più in me stessa. Ho maturato la mia voglia di scoprire il mondo, di scoprire sempre nuove cose e di conoscere nuove persone. Sono diventata più responsabile e più matura in tantissimi aspetti e ho cambiato il mio modo di vedere il mondo e le nuove culture, ma soprattutto ho imparato a non giudicare “un libro dalla copertina”.

Quest’esperienza mi ha motivata a partire ancora, andare a scoprire nuove cose e a fare nuove esperienze.

Ho vissuto un sacco di momenti bellissimi ed indimenticabili in Svezia, ma penso che il più bello e particolare sia stato capodanno; quando con i miei genitori siamo andati alla “stuga”, ovvero la baita. Per raggiungerla abbiamo attraversato il lago ghiacciato con la motoslitta e siamo arrivati in questa baita in mezzo al nulla, in mezzo alla natura e immersa nella neve. Lì abbiamo fatto un sacco di attività diverse: ho indossato gli sci e ho “sciato” trainata dalla motoslitta in mezzo al bosco e agli alberi; ho anche usato gli sci da fondo per piste lunghissime e dritte trainata dal cane; abbiamo fatto la sauna e poi ci siamo buttati nel fiume per il troppo caldo e siamo rientrati in sauna, e alla fine abbiamo festeggiato la mezzanotte in mezzo ai boschi e alla natura.

Una delle cose che mi è piaciuta di più della mia scuola è il rapporto di amicizia che si ha con gli insegnanti, infatti ci si chiama per nome. Mi ha stupita anche il fatto che la scuola svedese ti dia tutto il materiale scolastico gratis, infatti ad ogni studente viene dato un computer che si usa per fare i compiti e pure durante le lezioni. Anche la mensa è gratis e nella mia scuola ogni studente aveva la possibilità di andare nella palestra della scuola al di fuori dell’orario scolastico gratuitamente.

La mia famiglia era composta da mamma, papà e le 2 figlie della mamma, una della mia età ed una più piccola; avevamo pure 2 gatti ed un cane. Le mie sorelle stavano a casa nostra solo 2 settimane al mese, ma ho instaurato lo stesso un bellissimo rapporto con loro. Mi hanno fatta sentire a casa fin dal primo momento, mi hanno aiutata tantissimo con la lingua e sono stati una delle parti più belle ed importanti della mia esperienza. Mi sono sentita parte della famiglia in ogni momento e non mi hanno mai fatto mancare nulla. Soprattutto l’affetto!

L’esperienza da Exchange Student con YouAbroad

Exchange student Svezia Anno all'EsteroCon YouAbroad mi sono trovata benissimo! Sia io che i miei genitori. In un momento così difficile come quello che abbiamo vissuto (ndr in riferimento alla pandemia COVID-19) ci sono sempre stati e non ci hanno mai fatto mancare la loro assistenza. Io e la mia famiglia ci siamo sentiti sempre sicuri e protetti. In YouAbroad ho trovato una grande famiglia che so che ci sarà anche adesso che la mia esperienza è finita!

Vi consiglio di non dare mai nulla per scontato e di buttarvi; di non dire mai di no alle occasioni che vi si presentano e soprattutto di non confrontare mai la vostra esperienza con quella degli altri. Ogni esperienza è unica e bellissima con tutti i suoi pregi e difetti!