Jacopo C. – Anno in Louisiana, USA

Exchange student America anno all'estero

Exchange student America anno all'estero

Perché partire per un’esperienza all’estero

I miei obiettivi erano pochi ma precisi. Avevo, e ho tuttora, una incredibile voglia di esplorare e conoscere il mondo che mi circonda sotto differenti prospettive. Tutto questo, immerso in un mondo quasi nuovo e imparando una lingua che non conosco.

Ho scelto il programma Exchange perché mi dava una sensazione di avventura e una piccola paura per l’ignoto che mi ha subito convinto a partire. Gli Stati Uniti sono il sogno di tutti, ho sempre desiderato vivere in un paese oltre oceano e culturalmente diverso dal nostro.

L’esperienza di Jacopo in USA, la scuola e la Famiglia Ospitante

Anno estero America exchange studentPrima di partire ero generalmente più riservato e il fatto che altri mi potessero criticare mi dava abbastanza noia. Adesso mi sento più libero sia con me stesso che quando si tratta di relazionarsi con altre persone.

Ancora non sono sicuro del mio futuro, sicuramente questa esperienza mi ha aperto più porte dal punto di vista della scelta dell’università o college che sia in America o qui in Europa. Il momento più emozionante della mia esperienza probabilmente è stato anche il più triste, ovvero il saluto con la famiglia ospitante. Inutile dire che in quel momento mi sono ricordato tutti i momenti belli, ma anche quelli brutti, vissuti insieme e non ho potuto non ringraziarli per tutto quello che hanno fatto per me.

Della scuola mi ha particolarmente impressionato l’apertura al dialogo e allo scambio di idee che c’è tra insegnanti e alunni, tutti sono disposti a dibattere su quello che insegnano con serenità e in modo educato e gentile. 

La mia famiglia era composta dal marito, moglie e due figli di 11 e 8 anni. Sicuramente da figlio unico è stato istruttivo avere due fratellini più piccoli che ti vedono come la figura di riferimento. Proprio per quello ho creato legami forti con loro e i genitori.

L’esperienza da Exchange Student con YouAbroad

Anno estero America exchange studentYouAbroad tende molto di più a dare parola ai ragazzi, dando l’opportunità di raccontare le proprie esperienze e far sentire la propria voce. Inoltre anche durante la pandemia (ndr in riferimento alla pandemia COVID-19) sono stati disponibili a dare la scelta di rientrare a casa oppure continuare il soggiorno all’estero.

Se potessi parlare con tutti i futuri Exchange Student dire: cari futuri YouAbroders, non lasciatevi intimorire da tutto ciò che potrebbe accadere, partite e sicuramente troverete il modo di apprezzare tutto quello che vi aspetterà nel futuro, sia nel bene che nel male.