Laura M. – Canada

Semestre scolastico Canada - Laura

Ciao! Mi chiamo Laura e voglio raccontarti alcuni dei momenti magici del mio semestre scolastico in Canada con YouAbroad!

Semestre scolastico Canada - Laura

La partenza per Vancouver

Quando è arrivato il grande giorno, il giorno della partenza, ero nervosissima e non mi rendevo neanche conto di cosa stesse succedendo, del fatto che per sei mesi sarei dovuta stare in un nuovo posto, con una nuova famiglia, nuovi amici, nuove abitudini. Il viaggio è stato duro, arrivata a Londra ho incominciato a realizzare che non si poteva tornare indietro, ormai la scelta era stata fatta e bisognava essere felici per l’opportunità data. Arrivata in aeroporto a Vancouver abbiamo incontrato i nostri accompagnatori, che ci avrebbero portato a casa.

L’incontro con la mia “nuova” famiglia canadese

Ero agitatissima al pensiero di conoscere la mia nuova famiglia, ma purtroppo era tardi quando sono arrivata e solo il papà era sveglio ad aspettarmi. Posate le valige sono subito andata in camera mia, necessitavo di un po’ di sonno anche se per via del jet lag mi sono svegliata prestissimo la mattina dopo: è lì che ho conosciuto la mia host sister proveniente dal Brasile, Paula.

Ho subito legato un sacco con lei, è stata una delle persone più importanti della mia esperienza, condividevamo tutto, ci spalleggiavamo in casa con i nostri host parents, parlavamo un sacco.

Inizia la mia scuola in Canada…

A due giorni dal mio atterraggio è incominciata la scuola: io ho frequentato la Carson Graham, molto moderna e con dei professori fantastici. All’inizio per me è stato difficile integrarmi per la mia forte timidezza nel parlare inglese infatti stavo principalmente con italiani, se non che frequentando le classi ho avuto la possibilità di incontrare tanti internazionali come me arrivati pochi giorni prima.

E’ proprio a scuola che ho conosciuto le mie due migliori amiche: Bori e Carol. Ho passato tutta la mia esperienza con loro, abbiamo fatto un sacco di cose bellissime insieme come andare a Tofino, visitare posti magici di Vancouver, conoscere persone nuove e andare fuori la sera. C’era anche un gruppo di ragazze italiane con cui ho legato tantissimo, che sono state per me come la mia seconda famiglia.

Non mentirò, le prime due settimane sono state difficilissime, cercare di parlare inglese, capire le modalità della famiglia, incominciare a integrarsi a scuola: una vera sfida!

Tutto per me è cambiato quando io, Carol e Bori abbiamo incominciato ad uscire con dei ragazzi canadesi della nostra scuola: da lì in poi mi sono sentita parte della comunità scolastica, stavo migliorando l’inglese a livelli altissimi e mi divertivo proprio nel stare con un gruppo di ragazzi cosi carini e gentili.

Ovviamente le mie amiche italiane sono state un punto fisso per me in questa esperienza ma grazie ai canadesi ho capito e mi sono adattata molto meglio ad una cultura e a una lingua non mie, sono riuscita anche ad stare meglio nella mia famiglia.

Semestre estero Canada

Un consiglio che mi sento di dare ai futuri exchange student…

Un consiglio che darei a tutti gli exchange students all’inizio di questa esperienza è di chiedere sempre, per tutto: chiedete anche se vi sembrano cose inutili o di poca importanza, chiedete quando non sapete una cosa, una pronuncia, una parola e PARLATE con tutti.

Molto spesso i ragazzi locali non si avvicinano a noi all’inizio, non perché sono cattivi ma perché noi exchange tendiamo a stare con i ragazzi della nostra nazionalità, parlare la nostra lingua e questa cosa allontana chi vuole parlarci in inglese.

Come mi sento dopo aver vissuto e studiato in Canada?

Insomma, io posso dire che questa esperienza mi ha cambiato la vita, mi sono trovata benissimo e se potessi la rifarei ancora. Tutto era bellissimo e anche se ci sono state delle difficoltà non c’è niente che una persona non possa superare, basta non demordere e sapere che alla fine le difficoltà iniziali verranno ripagate con giornate bellissime che non dimenticherai mai nella tua vita.

Devo dire grazie ai miei amici, alla mia famiglia (sia canadese che italiana) se sono riuscita a succedere in questa esperienza e se sono riuscita a portarmi a casa un bagaglio di conoscenza che ha arricchito ciò che avevo già.

Alla fine di questa esperienza io posso dire che ho trovato una nuova casa che per sempre sarà tale!

Laura Merigo